enit
  • facebook
  • instagram
  • pinterest

logo

Brownies

brownies3

I Brownies.

A lungo ho cercato una ricetta che mi soddisfacesse.

Alcune contenevano troppo burro, altre troppo cacao, altre ancora troppo zucchero. 
Alcuni venivano troppo asciutti (e dico io, al quel punto lì è una torta al cioccolato, mica un brownie!), altri troppo soffici (vedi parentesi precedente).
Per non parlare di alcune ricette troppo lunghe, che richiedono di montare uova e zucchero insieme!

Per me il brownie perfetto deve essere asciutto in superficie ma molto umido all’interno, con una consistenza masticosa/appiccicosa che in inglese si definisce con “chewy”, deve contenere noci, nocciole, mandorle o quel che volete e, soprattutto, deve essere veloce.

brownies2

Non sapete quante volte li ho preparati anche la sera tardi quando abitavo a Londra, durante notti insonni (o semplicemente brave). E mica ci si può mettere lì a montare le uova all’una o alle due di mattina, no?
Magari non c’hai nemmeno uno sbattitore elettrico o al momento ne sei sprovvisto (io!) e se quella è la tua unica ricetta, sarebbe un po’ un problema, come dicono gli inglesi “a pain in the… backside” (un dolore nel didietro, insomma)!

Dunque, dopo molto tempo, ho finalmente trovato una ricetta che, almeno per me, rappresenta la perfezione!

Si adatta bene a possibili cambiamenti (esigenza di brownie più asciutti? Basta aggiungere un po’ di farina) e, se volete, può essere completamente svolta in una sola pentola!! Il che + fantastico, vero?

Era da un po’ che volevo farli e, solo perché noi siamo a dieta, non significa che dobbiate esserlo anche voi!! :-)

Devo dire però che siamo stati davvero bravi!
Ce ne siamo concessi solo uno e ho portato al lavoro tutti gli altri… che a fine turno erano spariti (spartiti in tre persone è stato un bel risultato!).
I miei colleghi hanno detto che erano “amazing” (fantastici) e “ridiculously good” (ridicolarmente buoni).

Che aspettate? Mettetevi all’opera!

imburrare carta

carta1

Partite dalle cose più noiose: imburrate la teglia, bagnate un foglio di carta da forno, strizzatelo e fatelo aderire alla teglia.

cioccolato-tritato noci

Tritare il cioccolato e le noci.

burro burro+cioccolato

Sciogliere il burro e il cioccolato.

Per questo passaggio, avete tre opzioni:

– il microonde (mio prediletto quando sono a casa. Qui, ahimè, non ce l’ho): mettere burro a pezzetti e cioccolato tritato in una ciotola e avviare il microonde, mescolando però ogni dieci secondi.

– bagnomaria: per chi il microonde non ce l’ha e ha paura di bruciare il tutto nel pentolino. Mettere burro e cioccolato in una terrina (o pentola) sopra una pentola con acqua che sobbolle.

– il pentolino: sciogliere il burro in un pentolino, togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato tritato. Mescolare fino a sciogliere del tutto (in caso riportare qualche istante su fiamma bassissima).

cioccolato cioccolato1

+vaniglia+caffè + uovo 

 Aggiungere l’estratto di vaniglia e il caffè.

A questo punto io ho trasferito il tutto in una pentola più grande (ma solo perché qui ne ho due: un aggeggio minuscolo e una grande per la pasta. Niente mezze misure. Voi invece potete usare una pentola media senza sporcare altro).

Unire lo zucchero.

Una cosa che ho imparato cucinando (e sbagliando molte volte!) i brownie è che a questo punto è meglio far intiepidire il tutto un paio di minuti, nel caso in cui il cioccolato sia troppo caldo. In pratica ciò che vogliamo è evitare di cuocere le uova!
Meglio un cioccolato freddo (che basterà riscaldare brevemente a fiamma bassa) piuttosto di uno bollente!!!

Dopo aver fatto intiepidire un po’, aggiungere un uovo alla volta, mescolando bene e vigorosamente dopo ogni aggiunta (sbattere con la frusta per 40 volte circa).

Aggiungere la farina setacciata, il cacao in polvere e il sale e mescolare giusto il minimo necessario affinché venga assorbita (se mescolate molto, create la formazione di glutine che renderà i vostri brownie duri e voi  non volete questo).

Per ultime unire le noci (stesso discorso, mescolare appena il minimo per distribuirle nell’impasto).

in-teglia brownies-dopo2

Versare l’impasto nella teglia e infornare a 180 °C per 40 minuti.

Sfornare e lasciare raffreddare completamente (o quasi, se proprio proprio non resistete) sopra una griglia in modo tale che la teglia sia sollevata dal ripiano.

brownies-dopo

brownies-dopo3 brownies-dopo5

Tagliate a quadrotti con un coltello lungo e a lama liscia, bagnandolo leggermente dopo ogni passaggio.

Per prendere il brownie far scorrere il coltello tra il pezzo e la carta forno… ora mangiatene uno!

brownies-dopo7a

O due…

brownies-dopo8

O tre!!

brownies1

L’angolo è la parte più buona!! Quella più croccante!

brownies4

 

 

Brownies
Yields 16
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
40 min
Total Time
1 hr 10 min
Prep Time
30 min
Cook Time
40 min
Total Time
1 hr 10 min
Ingredienti
  1. 85 g. burro
  2. 220 g. cioccolato fondente
  3. 1 cucchiaio caffè
  4. 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  5. 150 g. zucchero
  6. 2 uova
  7. 30 g. farina
  8. 2 cucchiai cacao amaro
  9. 1 tazza di noci spezzettate
  10. sale
Istruzioni
  1. sciogliere burro e cioccolato
  2. aggiungere caffè, vaniglia e zucchero. Far intiepidire un paio di minuti se necessario
  3. unire un uovo alla volta, frustando circa 40 volte dopo ogni aggiunta
  4. aggiungere farina setacciata con cacao e un pizzico di sale e mescolare il minimo necessario affinché sia assorbita
  5. aggiungere le noci spezzettate
  6. versare in una teglia quadrata di circa 24x24 cm. e foderata con carta forno
  7. infornare a 180 °C per 40 minuti
  8. lasciar raffreddare su una griglia a temperature ambiente
  9. tagliare a quadrati
Note
  1. La teglia può essere quadrata di circa 24x24 cm. o l'equivalente rettangolare.
  2. Il caffè rende più marcata l'intensità del cioccolato ma non ne si sente il sapore. E' comunque possibile ometterlo se si vuole.
  3. E' possibile anche omettere le noci o sostituirle con altra frutta secca.
One Fool Pie http://www.onefoolpie.com/

2 Responses to “Brownies”

  1. Terry

    Sembrano perfetti! :)
    Li adoro anche io e di recente ho comprato un libricino che si chiama Brownie Bliss di Linda Collister che è una foodwriter che mi piace un sacco!
    Non vedo l’ora di sperimentare!

    bacioni

    Rispondi
    • Erika

      Lo sono!! Se li provi, non te ne pentirai! :)
      Poi ognuno ovviamente ha i suoi brownies preferiti, quelli più o meno “cakey”, ma questi per me rimangono i migliori!!
      Non conosco quel libro ma indagherò volentieri! Fosse per me dedicherei una stanza intera solamente a libri di cucina!! :D

      Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)

XHTML: Tag permessi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>